CAPITALE TOTALE 9.675.003 €
PORTAFOGLIO 9.675.003 €
CAPITALE NECESSARIO 9.798.003 €
TASSO MEDIO 14,2% p.a.

Strumenti azionari: 3 aspetti e caratteristiche principali da conoscere

Abbiamo discusso gli strumenti di debito nel nostro ultimo articolo – questo è per coloro che vogliono investire per ricevere un reddito fisso ogni mese senza assumersi alcun rischio dell’emittente. In questo articolo parleremo degli investimenti in titoli azionari che hanno caratteristiche distinte in termini di reddito e responsabilità.

Esploreremo tre aspetti degli strumenti azionari:

  • Attività comuni presenti negli strumenti azionari
  • Vantaggi dell’investimento in uno strumento azionario
  • Il rischio di investire in uno strumento azionario

Cosa sono i titoli azionari?

I titoli azionari sono un tipo di investimento per le persone che vogliono possedere un bene o parte di un bene mentre ricevono un reddito su di esso. Gli investitori ricevono azioni o certificati per dimostrarne la proprietà. Una società raccoglie il capitale attraverso il finanziamento azionario emettendo queste azioni agli investitori (o azionisti) per raccogliere il capitale per finanziare la propria attività. Dal lato dell’azienda, ciò è noto come finanziamento azionario. Gli investitori in strumenti azionari possono ricevere o meno un dividendo mensile, a seconda della redditività della società.

Tipi di strumenti azionari

Esistono diversi esempi di strumenti azionari, il più comune dei quali è l’azione, ovvero un titolo che rappresenta la quota di proprietà di un’azienda. Un’altra variante è il capitale azionario, dove il denaro presente nel bilancio viene investito dai proprietari/azionisti e dalla società stessa per il futuro dell’azienda. C’è il conto a margine, dove si vedrà il valore dei titoli al netto dell’importo preso in prestito da parte del titolare del conto dalla società di intermediazione per operare. C’è anche il capitale immobiliare, dove il proprietario di una casa può trarre profitto dalla sua proprietà immobiliare affittandola o vendendola. Infine, c’è il patrimonio netto della proprietà: quando un’azienda presenta una dichiarazione di fallimento e deve essere liquidata, il suo patrimonio netto è la quantità di denaro rimasta dopo aver pagato i creditori.

Uno strumento azionario è un’attività finanziaria?

Secondo gli International Financial Reporting Standards, uno strumento azionario è un’attività finanziaria. Il suo valore è misurato sui profitti e le perdite della società, e chiunque investa in esso non solo diventa un comproprietario della società, ma anche un portatore di rischio. I proprietari possono mantenere questi strumenti a tempo indeterminato o venderli ad altri investitori.

La differenza tra titoli di debito e titoli azionari

Per l’emittente, essi sono entrambi una forma di finanziamento della loro attività. Per l’investitore, investire in titoli azionari lo renderebbe un comproprietario ed un azionista, mentre investire in titoli di debito lo renderebbe un obbligazionista, un prestatore, o semplicemente un investitore che riceve un reddito mensile fisso. Investire in titoli azionari dà all’investitore il potere decisionale all’interno della società. Nei titoli di debito, gli investitori non hanno questa autorità. Gli investitori devono anche assumersi i rischi aziendali poiché hanno un incentivo a ricevere dividendi più alti. Nei titoli di debito, gli investitori non hanno tale incentivo se non quello di ricevere i loro interessi fissi mensili senza assumersi alcun rischio dell’emittente.

Attività comuni presenti negli strumenti azionari

I tipi più comuni di strumenti finanziari basati su capitale sono:

  • Azioni
  • Obbligazioni convertibili in azioni
  • Warrant e opzioni

Azioni

Non c’è dubbio che le azioni siano il veicolo azionario più popolare sia per gli emittenti che per gli investitori. Si tratta di una tecnica che consente alle aziende di raccogliere denaro dalle persone. Esistono due tipi di azioni: le azioni “ordinarie” e le azioni “privilegiate”.

Investire nel mercato azionario presenta numerosi vantaggi. Gli azionisti ordinari hanno diritto di voto e sono considerati comproprietari della società. Hanno l’autorità di richiedere nuove azioni in caso di aumento di capitale dell’azienda e di prendere decisioni sulla raccolta di capitale, sui dividendi e sulle fusioni aziendali. Quando chiedono un prestito, gli investitori possono indicare anche le loro azioni ordinarie come attività.

Tuttavia, le azioni ordinarie/comuni non garantiscono dei dividendi e non sono la priorità principale dell’azienda quando si tratta di guadagnare denaro. In caso di perdita dell’azienda, gli azionisti ordinari si fanno carico del peso finanziario. Quando l’azienda è in attivo ci saranno dei dividendi maggiori. Tuttavia, vengono compensati alla fine, dopo il pagamento dei creditori e degli altri investitori prioritari.

Gli azionisti privilegiati hanno diritto ad una priorità maggiore nel pagamento dei dividendi rispetto agli altri azionisti. Dopo gli obbligazionisti, saranno il secondo gruppo a ricevere denaro. Anche se l’azienda viene liquidata, continueranno a ricevere pagamenti e i loro dividendi aumenteranno se l’azienda è redditizia. Non hanno quindi gli stessi diritti di voto degli investitori ordinari e, di conseguenza, non devono assumersi tanti rischi come gli investitori ordinari.

Obbligazioni convertibili in azioni

I titoli finanziari come le obbligazioni convertibili in azioni sono una combinazione di titoli azionari e titoli di debito. Tuttavia, possono essere convertite in azioni al termine di un periodo di tempo predeterminato, come un’obbligazione ordinaria. Poiché i tassi di interesse sono più elevati rispetto alle obbligazioni, si tratta di una forma popolare di investimento in titoli azionari.

Le obbligazioni non garantite, come le obbligazioni convertibili in azioni, possono avere o meno una garanzia collaterale come supporto. Questo rischio è mitigato dalla conversione in azioni ordinarie, che consente all’investitore di diventare comproprietario.

Warrant e opzioni

Qui di seguito esamineremo la differenza tra warrant e opzioni. Un warrant è un tipo di strumento azionario che le dà il diritto di negoziare azioni ad un prezzo e ad una data specifici in futuro. Se non negozia un warrant entro la data di scadenza, perde il diritto di farlo. Il warrant viene emesso dalla società stessa. Simili alle azioni, le opzioni sono un tipo di proprietà in una società che viene negoziata in borsa. Tuttavia, gli investitori hanno la possibilità di rifiutarsi di partecipare al mercato azionario ad un prezzo e ad un momento prestabiliti.

Vantaggi dell’investimento in uno strumento azionario

Come regola generale, è meglio investire nelle azioni perché gli strumenti di investimento azionari rendono di più grazie alle plusvalenze rispetto ad altri tipi di investimenti. I vantaggi dipendono dal tipo di azione. Ad esempio, se desidera investire in aziende, ha la possibilità di diversificare il suo portafoglio investendo in molte aziende diverse. Deve solo scegliere il mercato azionario che si adatta alle sue esigenze.

Se possiede azioni, sa che è molto facile trasferirle a un’altra persona. Di conseguenza, i nuovi azionisti o quelli esistenti possono acquistare altre azioni in qualsiasi momento del mercato. Quindi, quando il prezzo delle azioni sale, può fare trading in qualsiasi momento. Come azionista, ha anche il diritto di ricevere dividendi ed interessi ogni anno.

Le azioni hanno una lunga storia di guadagni annuali superiori per gli investitori rispetto alle obbligazioni o ai contanti. Inoltre, se possiede azioni privilegiate, può essere il primo ad ottenere un prestito.

A causa dei tassi d’interesse più bassi, le obbligazioni convertibili offrono un flusso di reddito garantito per gli investitori ed una minore spesa per gli interessi, perché possono essere trasformate in azioni o obbligazioni.

I warrant possono offrirle una maggiore esposizione ad un’attività sottostante per un importo inferiore rispetto all’acquisto diretto dell’attività.

Le opzioni richiedono un anticipo minore rispetto all’acquisto dell’azione e danno all’investitore il tempo di vedere come procede la situazione.

Il rischio di investire in uno strumento azionario

In generale, gli strumenti azionari comportano il rischio di volatilità sul mercato e sono soggetti alle fluttuazioni di prezzo. Dato che l’investitore è così vicino all’emittente, qualsiasi perturbazione affrontata o causata dall’emittente (ad esempio, una cattiva gestione della società) si ripercuoterà anche sull’investitore. Anche l’illiquidità è un fattore presente nelle azioni, come quelle che non sono scambiate in borsa. Quelle che lo sono – le opzioni – hanno ancora una limitazione di vendita sui volumi da parte delle borse.

Per le azioni, un rischio comune di investimento è il declino del prezzo della partecipazione. Potrebbe essere per vari motivi: il rischio generale di investimento o il mercato specifico dello strumento stesso (uno strumento azionario basato sulla tecnologia, ad esempio). Potrebbe anche essere il fallimento dell’emittente stesso, che la porterebbe a perdere tutti i suoi investimenti.

Uno strumento come le obbligazioni convertibili, un ibrido tra debito e di capitale, comporta i rischi di entrambi gli strumenti, ad esempio:

  • Nei suoi tassi d’interesse, dove il tasso scende se il prezzo aumenta
  • La ripartizione dei rischi dove l’interesse è più alto; tuttavia, l’azienda emittente è una società a rischio
  • Un calo del prezzo delle azioni dopo la conversione

Non solo gli investitori sono esposti ai rischi nei titoli azionari – anche gli emittenti li assumono, in termini di affidamento sul capitale per finanziare le loro operazioni. Poiché devono pagare i dividendi, le azioni possono diventare costose per le imprese. Gli emittenti devono quindi avere un capitale di riserva per compensare eventuali lacune e perdite.

In breve

Uno strumento azionario è importante se si vuole rappresentare il valore della propria partecipazione in un’azienda o in un’attività. Può ricevere o meno un reddito, ma ha comunque una prova per dimostrare la sua proprietà dell’attività. Esistono diversi tipi di titoli, a partire da azioni, capitale azionario, conti a margine e capitale immobiliare. I prodotti d’investimento comuni basati sul capitale includono azioni, obbligazioni convertibili in azioni, warrant e opzioni. L’investimento in uno strumento azionario presenta sia vantaggi che rischi. Le azioni generano più guadagni di qualsiasi altro tipo di investimento e sono facili da trasferire ad un’altra persona, per non parlare del fatto che alcune pagano un reddito supplementare, come i dividendi. Tra i rischi, tuttavia, c’è il fatto che le azioni sono volatili e che sono per lo più illiquide.

Gli strumenti azionari sono fondamentali per molte imprese ed investitori. A differenza degli strumenti di debito a reddito fisso, le azioni mirano alla crescita e all’innovazione. Possono non avere la flessibilità degli strumenti di debito, ma le remunerazioni sono molto più alte di questi ultimi.

Ultimo aggiornamento:

Altri articoli

Dichiarazione di non responsabilità: Alcuni testi su questo sito web sono puramente per le comunicazioni di marketing. Nulla di quanto pubblicato da Quanloop costituisce una raccomandazione di investimento, né si deve fare affidamento sui dati o i contenuti pubblicati da Quanloop per qualsiasi attività di investimento. Quanloop raccomanda vivamente di effettuare la propria ricerca indipendente e/o di parlare con un professionista qualificato dell’investimento prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria.