CAPITALE TOTALE 9.675.003 €
PORTAFOGLIO 9.675.003 €
CAPITALE NECESSARIO 9.798.003 €
TASSO MEDIO 14,2% p.a.

È meglio scegliere la propria banca o un broker per i propri investimenti?

Scegliere un broker è cruciale tanto quanto lo è scegliere le proprie attività d’investimento. Il suo stile d’investimento, la quantità di flessibilità che ha con il suo investimento e le spese possono essere determinate dal suo broker. Molti investitori alle prime armi iniziano investendo attraverso le loro banche, credendo che le istituzioni siano più sicure dei broker indipendenti.

Grazie al nostro articolo scoprirà se è meglio l’investimento con una banca o con un broker finanziario indipendente:

Perché le persone investono attraverso le loro banche?

Gli investitori possono scegliere le loro banche come broker di investimento per una serie di motivi, molti dei quali sono effettivamente vantaggiosi per l’investitore. Alcuni preferiscono le banche perché sono disponibili ovunque o perché l’investitore presume che le banche siano più sicure. Ma la maggior parte preferisce le banche perché molti non conoscono le opzioni di consulenza finanziaria non bancaria. Bisogna considerare che tutti sono cresciuti con le banche come principale fonte di finanziamento, dai risparmi alle pensioni. Tutti i servizi sono consolidati in un’unica azienda che offre conti di risparmio, carte, assicurazioni, gestione fiscale e pensione. Tutti questi servizi sono sotto un unico marchio, che è rappresentato da un grande gruppo di professionisti con credenziali, servizi, strutture tariffarie e marketing diversi. Potrebbe dover collaborare con diversi professionisti per gestire le sue finanze. Pertanto, l’accesso e la comprensione di questi servizi e della loro struttura di pagamento diventano più facili e completi per i clienti, perché tutti i servizi passano attraverso il gruppo di società della banca.

L’investimento con una banca è migliore?

Conviene fare un investimento con una banca? La risposta è: a seconda dalla situazione finanziaria dell’investitore, gli converrà o meno investire attraverso la propria banca a lungo termine. Le banche possono essere un’opzione più facile per chi investe per la prima volta, in quanto possono fornire tutti i servizi, dall’investimento stesso all’assistenza necessaria per effettuare l’investimento. Le banche offrono sia conti di risparmio che conti d’investimento, tra i quali è possibile effettuare transazioni. Assumono anche il ruolo di consulente finanziario, agente di ritenuta fiscale e fornitore di piattaforme. Le banche sono uno degli attori più importanti del sistema finanziario. Trasformano i risparmi in capitale a lungo termine, in modo da finanziare gli investimenti del settore privato. Se desidera semplificare i suoi investimenti, le banche possono essere una buona idea per lei.

Quali vantaggi può ottenere dall’investimento con una banca?

Il vantaggio più evidente di investire attraverso una banca è che le banche hanno la possibilità di fornire fondi di garanzia obbligatori fino a un livello specifico per i suoi investimenti. Questa somma è fissata a un minimo di 20.000 euro per investitore nell’UE ai sensi della Direttiva 97/9/CE.

Dato che lei ha già un conto bancario con quella particolare banca, non dovrà passare attraverso ulteriori procedure di accettazione, dato che ha già completato la maggior parte dei processi KYC (Know Your Customer o Conoscenza del Cliente) quando ha aperto un conto di risparmio con loro.

Le banche le permettono di consolidare le sue attività finanziarie in un’unica istituzione. Lei mantiene tutti i suoi risparmi e attività in un unico posto, semplificando il trading con il suo denaro. Non ha bisogno di usare la sua banca o la sua carta di credito separatamente per apportare del denaro. Può accedere ai servizi di consulenza attraverso i consulenti professionali della banca, come il cassiere, il consulente per gli investimenti o il gestore di portafoglio.

Le banche forniscono anche strumenti di ricerca e informazioni che un broker finanziario indipendente potrebbe non fornire. E, soprattutto se sceglie fondi d’investimento attivi, la sua gestione degli investimenti è più personalizzata e adattata alle sue circostanze finanziarie.

Le principali differenze tra l’investimento con una banca e quello tramite broker

I servizi d’investimento offerti dalla sua banca saranno probabilmente simili a quelli ricevuti da una società di brokeraggio indipendente. Le differenze, pertanto, non influiscono sulla loro capacità di fornire servizi sicuri. Piuttosto, le differenze tra l’investimento con una banca e quello tramite un broker finanziario indipendente risiedono nella struttura dei servizi e nella percezione da parte del cliente.

La maggior parte degli investitori preferisce avere un maggiore controllo sul proprio portafoglio, senza alcun coinvolgimento da parte dell’azienda. Preferiscono che i loro broker siano solo delle piattaforme online attraverso le quali investire e fare trading. Le banche tradizionali non sono note per avere un approccio passivo con i loro clienti. Offrono servizi ad alto coinvolgimento, in cui possono gestire attivamente i suoi investimenti insieme ai suoi risparmi, al mutuo, all’assicurazione e ad altri servizi bancari che potrebbe utilizzare. I broker indipendenti non cercano di fare tutto per gli investitori. Piuttosto, il loro obiettivo è più limitato agli investimenti e al trading e si basano su uno sviluppo più incentrato sul cliente. Ad esempio, Robinhood offre una semplice piattaforma digitale di micro-trading che consente agli investitori al dettaglio di fare trading in modo semplice, pagando zero commissioni.

Per quanto riguarda gli investimenti, le banche tradizionali applicano commissioni più elevate. Questo perché le banche tradizionali hanno un modo molto diverso di fare affari rispetto alle altre piattaforme di trading online. Oltre alle commissioni di transazione, le grandi banche hanno spesso utilizzato un modello basato sugli abbonamenti. Secondo il modello di abbonamento, i clienti pagano una quota mensile per utilizzare i servizi della banca, compresi i servizi d’investimento. Le piattaforme di trading e d’investimento indipendenti applicano solo un modello basato sulle transazioni.

Le banche utilizzano il modello di abbonamento perché le aiuta a costruire relazioni fedeli e a lungo termine con i loro clienti, che a loro volta garantiscono un flusso costante di entrate.

Perché la sua banca potrebbe non essere un buon broker?

La ragione più evidente per non scegliere la sua banca è che semplicemente ci sono soluzioni migliori disponibili. Anche le garanzie obbligatorie hanno i loro limiti in termini d’investimento. Esse coprono i suoi fondi solo fino a un massimo di 20.000 euro per depositante. Anche se può sembrare una grande somma di denaro, dovrebbe puntare a somme molto più elevate se è un investitore a lungo termine.

La protezione della garanzia non si applica ai fallimenti degli emittenti di attività, ai rischi generali di investimento o alle perdite di mercato. Copre la frode, l’appropriazione indebita di fondi d’investimento e altri errori d’investimento. In compenso, la maggior parte dei broker d’investimento indipendenti fornisce ora assicurazioni identiche per la stessa somma e alle stesse condizioni. Di conseguenza, i pericoli di investire con un broker finanziario indipendente sono gli stessi di quelli di investire tramite una banca perché le banche non danno ulteriori livelli di sicurezza.

Le banche applicano anche commissioni più alte rispetto ai broker indipendenti. Le commissioni di gestione possono variare dall’1% in su. Gli scambi di azioni a livello nazionale possono essere gratuiti, ma gli scambi di azioni a livello globale saranno probabilmente più costosi delle controparti dei broker indipendenti. Le banche hanno anche una quantità limitata di titoli, fondi e opzioni disponibili rispetto ai broker indipendenti, che hanno accesso a più varietà in termini di attività di investimento.

Quali vantaggi può ottenere con un broker finanziario indipendente?

Quando si parla di broker finanziari indipendenti, probabilmente si pensa ai discount brokers o ai broker zero-commission, che le permettono di scambiare azioni senza spese o con spese estremamente basse. Dal lancio di Robinhood, anche le maggiori società d’investimento hanno eliminato le commissioni dai loro servizi, permettendo agli investitori di investire senza il timore che le commissioni riducano i loro guadagni. Molti non richiedono che lei abbia una certa quantità di denaro nel suo conto per investire. Se investe in fondi, i discount brokers addebitano costi di gestione più bassi rispetto alle banche, che vanno dallo 0,2% in giù. Di conseguenza, lei ha un maggiore controllo sul suo denaro e sulle sue attività grazie alla mancanza di barriere all’investimento e a più varietà di attività.

Il trading con i discount brokers è efficiente e fa risparmiare tempo. Grazie a sistemi innovativi e veloci, può effettuare ed eseguire ordini in tempo reale. Essi forniscono anche strumenti di analisi sofisticati e semplici basati sull’interfaccia utente che le permettono di analizzare in modo intelligente le sue azioni e fare trading in modo autonomo, ed è più probabile che siano aggiornati sulle nuove tecnologie, come l’apertura di conti elettronici, che elimina le procedure cartacee.

Quali sono i rischi dell’investimento tramite un broker finanziario indipendente?

I rischi dell’investimento tramite un broker non sono specifici all’azienda stessa. L’investimento attraverso un broker presenta gli stessi rischi dell’investimento generale: rischi finanziari, normativi, politici, di mercato e operativi. Poiché la protezione offerta dai broker è simile a quella offerta dalle banche tradizionali, non esistono studi sulle differenze di rischio tra l’investimento tramite un broker e quello tramite una banca tradizionale. Molto probabilmente, le perdite si verificheranno a causa del comportamento dell’investitore e, nel contesto normativo, la responsabilità è dell’investitore e non della società di brokeraggio.

I fondi di compensazione di alcuni broker potrebbero non coprire le transazioni in commodities, le transazioni future o le transazioni in valuta, ma questo non è un rischio caratteristico dei broker indipendenti nel loro complesso. In definitiva, molto probabilmente il comportamento dell’investitore è un fattore di rischio dell’investimento tramite un broker finanziario indipendente, in quanto l’investitore controllerà e gestirà i propri investimenti senza una supervisione professionale.

Cosa è meglio per gli investimenti: una banca o un broker?

Dipende da una serie di fattori, come gli obiettivi e le circostanze dell’investitore. Si possono preferire le banche se l’obiettivo è quello di semplificare le finanze complessive di una persona, come ad esempio avere risparmi, pensioni e investimenti tutti sotto lo stesso gruppo. Ma molti broker oggi offrono anche pensioni e conti pensionistici fiscalmente agevolati, oltre agli investimenti esterni e al trading. Quasi tutti i broker affermati sono registrati e autorizzati e offrono gli stessi vantaggi delle banche, a eccezione dei conti di risparmio, con ulteriori vantaggi come commissioni basse o nulle, maggiore controllo da parte dell’investitore, flessibilità e facilità di accesso e di prelievo.

In breve

Le banche hanno svolto un ruolo importante nella nostra educazione. Sono viste dal pubblico in generale come un rifugio sicuro. Negli ultimi cinquant’anni, la finanza è cambiata molto e ci sono molti broker rivali indipendenti, affidabili e convenienti tra cui scegliere e altrettanto sicuri. I broker indipendenti hanno anche un approccio più inventivo rispetto alla consulenza finanziaria. Come istituzione finanziaria, le banche svolgono un ruolo importante, ma la loro funzione principale è quella di facilitare l’accesso liquido ai conti di risparmio. È opinione comune che i broker indipendenti facciano investimenti migliori perché sono più economici, più flessibili, hanno meno conflitti di interesse e sono più dinamici in termini di esperienza dell’utente e di trading.

Le banche hanno certamente una funzione nel suo piano finanziario. Sono ideali per i fondi di emergenza e per effettuare pagamenti. Ma le banche sono raramente ideali per investire, perché le loro commissioni sono alte e le loro scelte di titoli e opzioni sono limitate. Per ottenere il meglio dal suo piano finanziario, è meglio usare le banche per le necessità finanziarie primarie e usare i broker indipendenti per far crescere le sue finanze una volta raggiunto una posizione stabile.

Ultimo aggiornamento:

Altri articoli

Dichiarazione di non responsabilità: Alcuni testi su questo sito web sono puramente per le comunicazioni di marketing. Nulla di quanto pubblicato da Quanloop costituisce una raccomandazione di investimento, né si deve fare affidamento sui dati o i contenuti pubblicati da Quanloop per qualsiasi attività di investimento. Quanloop raccomanda vivamente di effettuare la propria ricerca indipendente e/o di parlare con un professionista qualificato dell’investimento prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria.