CAPITALE TOTALE 9.675.003 €
PORTAFOGLIO 9.675.003 €
CAPITALE NECESSARIO 9.798.003 €
TASSO MEDIO 14,2% p.a.

Pagamenti SEPA e SWIFT: cosa c'è da sapere sui trasferimenti di denaro SEPA e SWIFT

Le persone cercano canali poco costosi per effettuare trasferimenti di denaro e si aspettano che le banche agiscano in buona fede per aiutarle. Tuttavia, i clienti sono spesso sorpresi quando gli vengono addebitate commissioni elevate perché non hanno effettuato il giusto tipo di pagamento con il corretto riferimento di pagamento. I pagamenti SEPA e SWIFT sono i più comuni effettuati dalle banche e dalle istituzioni finanziarie. Sono diversi, eppure la gente non conosce la differenza, o anche se la conosce, non ne conosce i requisiti in tempo reale.

Pertanto, questo articolo analizzerà alcuni fattori cruciali dei pagamenti SEPA e SWIFT:

Che cosa sono il trasferimento SEPA e il pagamento SWIFT?

Gli standard più comunemente conosciuti per il riferimento di pagamento nelle transazioni finanziarie sono SEPA e SWIFT. Tuttavia, esistono molti altri sistemi di pagamento utilizzati da altri Paesi, come il Bankers’ Automated Clearing Services e il Clearing House Automated Payment System del Regno Unito. Gli Stati Uniti hanno il sistema Automated Clearing House. Questo articolo si concentrerà solo sui pagamenti SEPA e SWIFT.

Cos’è il bonifico SEPA e chi lo utilizza?

SEPA è l’acronimo di Single Euro Payments Area, ed è un’iniziativa europea nell’ambito del mercato unico per consentire i pagamenti transfrontalieri senza contanti nell’UE sotto la moneta unica euro. Grazie al sistema SEPA, i clienti possono utilizzare un unico conto bancario per effettuare transazioni verso qualsiasi conto situato ovunque nella regione. I cittadini dei Paesi dell’Eurozona possono utilizzare i loro conti bancari per riscuotere gli stipendi ed effettuare pagamenti ovunque all’interno dell’Eurozona. L’elenco dei Paesi che utilizzano SEPA comprende l’UE, lo SEE, la Svizzera, il Regno Unito e Monaco.

Non è possibile utilizzare SEPA per effettuare pagamenti in valute diverse dall’euro. I pagamenti domestici nei Paesi SEPA non aderenti all’euro dovranno ancora utilizzare i sistemi locali, ma i pagamenti transfrontalieri dovranno utilizzare SEPA e la valuta euro per la maggior parte delle transazioni. Tuttavia, alcuni Paesi non aderenti all’euro hanno intrapreso iniziative proprie per effettuare trasferimenti tra i loro Paesi. Ad esempio, la Nordic Payments Initiative (NPI) è stata lanciata per facilitare i pagamenti transfrontalieri tra i Paesi nordici che non utilizzano l’euro.

Un bonifico bancario SEPA richiede un numero IBAN e di solito è gratuito, ma alcune banche possono decidere di addebitare una commissione per effettuare un bonifico. Un bonifico SEPA comprende quattro schemi distinti per eseguire il pagamento attraverso uno strumento specifico. Questi includono:

  • SEPA Credit Transfer
  • SEPA Instant Credit Transfer
  • Addebito diretto SEPA per i consumatori
  • Addebito diretto SEPA B2B (business to business, o interaziendale)

Cos’è il pagamento SWIFT e chi lo utilizza?

SWIFT, invece, è l’acronimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication. È una società che fornisce una rete sicura alle banche per inviare messaggi finanziari e trasferimenti finanziari sicuri di denaro a livello internazionale. La rete SWIFT assegna un ID unico ai pagamenti in tutto il mondo per identificare il mittente istituzionale (la banca), la posizione e la filiale per trasferire denaro in modo sicuro.

Sia i codici SWIFT che i codici IBAN sono utilizzati per identificare le parti coinvolte nei trasferimenti di denaro. I codici IBAN sono utilizzati nelle transazioni internazionali per specificare un conto bancario piuttosto che per identificare la banca specifica che utilizza i codici SWIFT.

Un trasferimento SWIFT può essere fatto tra diverse valute. Quasi tutte le banche e le istituzioni finanziarie del mondo usano SWIFT, e questo sistema consente di effettuare la maggior parte delle transazioni internazionali. Un pagamento SWIFT richiede i dati del destinatario, come il numero di conto corrente bancario, l’indirizzo della banca e il codice SWIFT. SWIFT comporta un costo, soprattutto per i trasferimenti e la conversione di valuta, che può essere pagato da entrambe le parti.

Qual è la differenza tra i pagamenti SEPA e SWIFT?

La differenza principale tra SWIFT e SEPA è il luogo di utilizzo. SWIFT consente alle persone di tutto il mondo di inviare e ricevere denaro in diverse valute, mentre SEPA consente di inviare e ricevere denaro in euro solo nei Paesi che fanno parte della zona SEPA.

Entrambe le reti hanno dimensioni diverse. Il sistema di pagamenti SEPA è utilizzato da 36 Paesi europei, mentre SWIFT è utilizzato da oltre 11.000 banche e istituzioni finanziarie in più di 200 Paesi nel mondo.

Inoltre, i pagamenti SEPA sono facili e veloci e non richiedono codici di identificazione bancaria (BIC), chiamati anche codici SWIFT, o altre informazioni bancarie. Per i pagamenti SWIFT, invece, è necessario inserire informazioni dettagliate sulla banca e sulla persona che riceve il denaro.

Quanto tempo richiedono i trasferimenti SEPA e SWIFT?

Il tempo di completamento di un bonifico SEPA è determinato dal tipo di bonifico SEPA selezionato. La liquidazione di un bonifico SEPA richiede un giorno lavorativo. Nei fine settimana e nei giorni festivi, il bonifico rimane in sospeso. Il bonifico istantaneo SEPA richiede meno di 10 secondi per essere completato, anche durante il fine settimana e i giorni festivi. I bonifici con addebito diretto SEPA Core richiedono almeno due giorni lavorativi per essere eseguiti, mentre gli addebiti diretti SEPA B2B richiedono tre giorni lavorativi per essere completati. I trasferimenti sia per l’addebito diretto SEPA Core che per l’addebito diretto SEPA B2B rimangono in sospeso durante i fine settimana e i giorni festivi.

Un pagamento SWIFT può richiedere da uno a cinque giorni lavorativi per essere completato, una volta avviato il trasferimento. La lentezza della procedura può essere attribuita alle misure di prevenzione delle frodi e di antiriciclaggio (AML) delle banche e alla presenza di banche intermediarie coinvolte nel trasferimento. I tempi di elaborazione sono influenzati anche dai giorni festivi e dai fine settimana.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo dei pagamenti SEPA e SWIFT?

L’obiettivo generale dei pagamenti SEPA è quello di rendere i pagamenti più facili ed economici in tutta l’Eurozona. Sia i consumatori che le aziende traggono vantaggio dai pagamenti SEPA. I clienti possono far confluire tutti i loro pagamenti in un unico conto bancario. L’introduzione delle carte EMV e l’implementazione della Direttiva sui Servizi di Pagamento (PSD) hanno reso più sicure le transazioni dei consumatori con carta e hanno migliorato e standardizzato la protezione dei consumatori. Ciò include:

  • la standardizzazione e il miglioramento dei diritti di rimborso per tutti i prodotti di pagamento
  • la possibilità di inserire i creditori in una lista nera
  • la possibilità di limitare l’importo di un addebito diretto

Inoltre, SEPA rende più facile vedere come le commissioni sulle transazioni variano da Paese a Paese, sostenendo così la trasparenza. Questo è possibile perché i volumi delle transazioni sono consolidati e la gestione dei conti bancari aziendali è stata semplificata.

L’efficienza dei processi è un altro vantaggio che le aziende traggono da SEPA. Le informazioni sulle transazioni vengono inviate in modo standard sia al pagatore che al destinatario, riducendo così il lavoro amministrativo.

Poiché SWIFT utilizza messaggi standardizzati a livello internazionale, è un modo chiaro per le istituzioni di comunicare tra loro e inviare i dettagli delle transazioni in modo sicuro. Con un identificatore unico e anonimo che ogni banca fornisce ai propri clienti per conto proprio, le istituzioni finanziarie possono collaborare con altre banche mantenendo il controllo del processo di registrazione dell’identità dell’utente. In questo modo, le banche possono utilizzare i propri processi di Know Your Customer (KYC, o conoscenza del cliente) e non devono affidarsi ad altre banche o alle autorità di registrazione. L’utilizzo di SWIFT presenta una serie di vantaggi noti:

  • Trasparenza: i pagamenti SWIFT rendono chiaro quanto denaro è coinvolto, come si muove tra le banche, le commissioni e il tipo di pagamento. Con queste informazioni, tutti possono tenere traccia della transazione e sapere quanto costerà e quanto tempo ci vorrà
  • Tracciabilità: poiché SWIFT mostra come il denaro si è mosso tra le banche e quanto denaro è stato coinvolto, è una prova di pagamento chiara e ampiamente accettata

Coerenza: poiché i messaggi sono sempre strutturati allo stesso modo, è facile capire le informazioni di pagamento, indipendentemente dal luogo di residenza o dalla lingua parlata

Quali sono gli svantaggi dell’utilizzo dei pagamenti SEPA e SWIFT?

Sia i pagamenti SEPA che SWIFT hanno sviluppato i sistemi di pagamento globali ed europei. I pagamenti SEPA hanno facilitato i trasferimenti transfrontalieri in Europa, mentre SWIFT domina il mercato dei pagamenti internazionali. Tuttavia, ci sono ancora delle problematiche che molti clienti devono affrontare con entrambi i sistemi. Ad esempio, i trasferimenti SEPA presentano i seguenti ostacoli:

  • Le persone provenienti da Paesi non aderenti all’euro sono costrette a pagare di più per i bonifici SEPA, perché la valuta è disponibile solo in euro
  • Sia la banca mittente che quella ricevente devono disporre di un sistema SEPA istantaneo affinché il bonifico SEPA istantaneo funzioni. Se una delle due banche opera con il sistema SEPA regolare, prevarrà il sistema SEPA regolare
  • Sui siti web delle banche, molte persone confondono le transazioni domestiche con quelle SEPA. Questo perché le banche classificano i pagamenti SEPA come pagamenti internazionali nel loro sistema
  • I meccanismi di pagamento in molti Paesi europei sono già molto efficienti, come il P27 nei Paesi nordici. SEPA non offre alcun valore aggiunto ai Paesi non aderenti all’euro

Per quanto riguarda i trasferimenti SWIFT, sono lenti e ci vogliono circa 3 giorni lavorativi per liquidarli in tempo reale. Per non parlare del costo del trasferimento SWIFT, che è elevato. Ci sono poi le banche intermediarie nei trasferimenti SWIFT che possono fatturare ai clienti costi aggiuntivi, e non c’è trasparenza sull’importo. In media, il costo può variare da 10 a 30 euro per trasferimento, e può aumentare se sono coinvolte più banche intermediarie, e il cliente non saprà nemmeno dell’esistenza delle banche intermediarie fino al momento del pagamento.

Quanto costano i pagamenti SEPA e SWIFT?

Quanto costano i bonifici SEPA? Dipende dal Paese. La maggior parte dei bonifici SEPA sono gratuiti perché lo sono i bonifici nazionali. I bonifici SEPA possono costare ai clienti se anche i bonifici nazionali sono addebitati dallo Stato membro. Ma i costi possono essere più elevati per i Paesi che utilizzano valute diverse dall’euro, a causa della conversione valutaria. Tuttavia, le spese variano anche da banca a banca.

Un trasferimento SWIFT, invece, può costare al pagatore dal 3 al 4% dell’importo, e comprende la conversione di valuta ed altri costi amministrativi. In termini concreti, può arrivare fino a 30 euro per transazione, e le spese variano da banca a banca e dipendono dalla valuta. In alcuni casi, in un trasferimento SWIFT, sia la banca del mittente che quella del destinatario possono fare l’addebito. Sia i mittenti che i destinatari, quindi, devono capire quali sono le commissioni che potrebbero sostenere con i pagamenti SWIFT.

Le è stato addebitato un importo eccessivo per il trasferimento?

Le banche spesso addebitano ai clienti i bonifici SEPA inviandoli erroneamente come pagamenti SWIFT. Questo può accadere per diversi motivi:

  • Il mittente non capisce la differenza tra SEPA e SWIFT; non si è reso conto di ciò quando stava impostando il pagamento e ha quindi scelto la categoria di transazione sbagliata
  • Il sistema bancario online era troppo obsoleto o poco chiaro perché il mittente capisse se stava facendo un pagamento SEPA o SWIFT
  • Anche se raro, le banche hanno ingannato il mittente utilizzando il trasferimento SWIFT per ricevere le commissioni

Le conseguenze di un trasferimento di denaro sbagliato sono costose. Oltre alle costose commissioni, i clienti devono affrontare anche dei rallentamenti. La banca ricevente SEPA può non accettare il pagamento SWIFT e può rifiutare la transazione nel suo complesso. Questo porta all’incertezza dei rimborsi, che possono richiedere dei mesi per essere ricevuti.

Cosa fare per evitare che le sia addebitato un importo eccessivo?

I clienti devono osservare solo piccoli dettagli quando effettuano un bonifico, in modo che le banche non possano addebitare spese eccessive, sia che si tratti di SEPA che di SWIFT. Quando imposta un pagamento online, noti le informazioni richieste dalla sua banca. Se la banca sta facendo un pagamento SWIFT, chiederà i seguenti dettagli, che non sono richiesti per i pagamenti SEPA:

  • L’indirizzo della banca ricevente, inclusa la filiale
  • L’indirizzo del beneficiario
  • Il codice SWIFT o BIC
  • I dettagli del pagamento includono SHA (shared, condiviso) o OUR (il mittente copre tutte le spese di trasferimento)
  • La specificazione della valuta
  • Una commissione elevata

I pagamenti SEPA sono rigorosamente effettuati in euro. Non richiedono un numero di conto, codici di filiale, indirizzo del beneficiario o della banca ricevente. Se nota questi dettagli, probabilmente sta effettuando un pagamento SWIFT.

Purtroppo, alcune banche ingannano i loro clienti a pagare le commissioni SWIFT per i pagamenti SEPA. Fortunatamente, il parlamento dell’UE ha votato affinché le banche europee elimino i pagamenti SWIFT all’interno dei confini europei. Dopo il 2019, alle banche europee è vietato far pagare i trasferimenti SWIFT all’interno dell’UE.

In breve

SWIFT e SEPA sono due dei modi più comuni per inviare denaro da un Paese all’altro. Entrambi i fornitori di servizi di pagamento sono stati creati per offrire un modo sicuro e affidabile per inviare sempre più denaro a livello internazionale. Sebbene si rivolgano a diverse aree geografiche, i loro sistemi di pagamento sono diventati più dominanti sul mercato grazie alla loro standardizzazione e semplificazione generale dei sistemi di pagamento. Entrambi presentano vantaggi e svantaggi in termini di tempi e costi di trasferimento. Tuttavia, un cliente potrebbe vedersi addebitare un bonifico SWIFT quando invece effettua un bonifico SEPA. Ciò è dovuto a un sistema bancario complicato o a una frode bancaria. E sebbene esistano indicazioni su come evitare di vedersi addebitare un costo eccessivo per il pagamento SEPA, il Parlamento europeo sta cercando di eliminare completamente i trasferimenti SWIFT all’interno dei confini europei. I trasferimenti SWIFT continuerebbero ad esistere, ma solo per le transazioni effettuate al di fuori dell’Eurozona.

Il voto del Parlamento non elimina completamente il problema, poiché le banche ricorrono ancora a queste misure subdole per ottenere le commissioni. Se sospetta che la sua banca le stia addebitando illegalmente un pagamento SWIFT che non intendeva effettuare, la invitiamo a segnalarlo alle autorità competenti.

Ultimo aggiornamento:

Altri articoli

Dichiarazione di non responsabilità: Alcuni testi su questo sito web sono puramente per le comunicazioni di marketing. Nulla di quanto pubblicato da Quanloop costituisce una raccomandazione di investimento, né si deve fare affidamento sui dati o i contenuti pubblicati da Quanloop per qualsiasi attività di investimento. Quanloop raccomanda vivamente di effettuare la propria ricerca indipendente e/o di parlare con un professionista qualificato dell’investimento prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria.