CAPITALE TOTALE 9.675.003 €
PORTAFOGLIO 9.675.003 €
CAPITALE NECESSARIO 9.798.003 €
TASSO MEDIO 14,2% p.a.

Quali sono le caratteristiche specifiche, i principali vantaggi e i possibili rischi degli strumenti di debito?

Quando si tratta d’investire, bisogna considerare cosa si vuole dall’investimento. Si vuole avere la proprietà di un’attività o si vuole ricevere un reddito costante in cambio del prestito del proprio denaro? A seconda dell’opzione scelta, esistono due strumenti primari nell’investimento – strumenti di debito e strumenti azionari. Gli strumenti di debito permettono di guadagnare un reddito in cambio del prestito di denaro a un debitore per scopi finanziari, mentre le azioni permettono di possedere un’attività o una parte di un’attività.

Parleremo in dettaglio degli strumenti azionari in un altro articolo. Ma qui esploreremo le complessità degli strumenti di debito e i loro vantaggi e rischi:

Cosa sono gli strumenti di debito?

Gli strumenti di debito sono proprio questo: un debito. Si tratta di un prestito dato allo stato o a una società per guadagnare degli interessi. Che sia lo stato o una società, l’emittente prende in prestito capitale da investitori come lei per finanziare i loro progetti ed espandere la propria attività. Dopo il termine concordato, il suo capitale deve essere restituito con gli interessi. Se l’emittente fallisce, lei avrà un credito sulle loro attività in quanto prestatore.

Alcuni strumenti di debito possono essere scambiati su un mercato secondario e possono portare profitti o perdite. Poiché gli strumenti di debito comportano un rischio, le perdite sono le conseguenze che ogni investitore dovrebbe mettere in conto.

Comprendere gli strumenti di debito

Il capitale di debito istituzionale è l’obiettivo principale degli strumenti di debito, perché sono dotati di un piano di rimborso predeterminato e di un rischio minore, il che significa pagamenti di interessi più bassi. I diversi tipi di strumenti di debito hanno un impatto significativo sui mercati di emissione delle aziende strutturate. Le carte di credito e le linee di credito sono due esempi di strumenti di debito che un’azienda può utilizzare per raccogliere denaro. È comune che queste linee di credito rotative abbiano una struttura semplice e un solo istituto di credito. Le carte e le linee di credito non hanno una struttura di mercato primario o secondario.

Per gli strumenti di debito più complicati sono necessari una strutturazione avanzata dei contratti e il coinvolgimento di molti finanziatori o investitori, di solito attraverso un mercato organizzato. I titoli di debito, ad esempio, sono una forma più complicata di strumento di debito che richiede una strutturazione più completa. Gli strumenti dei titoli di debito sono strutturati per essere emessi a un gran numero di investitori.

Caratteristiche degli strumenti di debito

In questo articolo discutiamo i cinque aspetti principali degli strumenti di debito:

  • Tassi di interesse: I tassi di interesse possono essere fissi o variabili. I tassi call, i tassi bancari e i tassi dei titoli di Stato influenzano tutti i tassi variabili. Sono disponibili anche tassi d’interesse legati all’inflazione, che assicurano che i rendimenti del tasso d’interesse reale non siano influenzati dall’inflazione. C’è anche il tasso cedolare, che si riferisce al tasso di interesse specificato sullo strumento di debito. Alcune obbligazioni vengono emesse con cedole crescenti, che hanno un tasso d’interesse variabile che oscilla nel corso del periodo di maturazione
  • Garanzie: I titoli di debito, come le obbligazioni, possono essere garantiti o non garantiti. Rispetto ai metodi più tradizionali di garanzia, alcuni dei nuovi strumenti sono strutturati con un onere sui crediti relativi ad attività specifiche o creati in un’area specifica. È tipico che le obbligazioni cartolarizzate siano emesse attraverso una società veicolo o un’azienda che detiene un’attività sottostante che viene utilizzata per soddisfare i vincoli dell’obbligazione. Ad esempio, una banca potrebbe emettere obbligazioni che rappresentano tutti i suoi mutui in essere. Gli emittenti preferiscono le obbligazioni cartolarizzate perché migliorano il loro credito e consentono loro di accedere alla liquidità delle attività esistenti
  • Opzioni: Gli strumenti di debito sono spesso dotati di opzioni. Il termine “opzione di convertibilità” si riferisce alla possibilità di convertire una parte o la totalità del debito di una società in azioni. È possibile riscattare l’investimento a una data predeterminata, o per un periodo di tempo predeterminato, prima della data di scadenza dello strumento. Ciò offre agli emittenti e ai detentori di debito la possibilità di trarre vantaggio dalle mutevoli condizioni di mercato
  • Imposte: Alcuni titoli sono stati esentati dalle imposte sul reddito e sulle plusvalenze, il che ha comportato una riduzione dei costi di emissione e un aumento dei rendimenti ante imposte per il titolare. Le obbligazioni e i titoli esenti da imposte sono in diretta concorrenza con le azioni privilegiate riscattabili esenti da imposte, i cui dividendi sono anch’essi esenti da imposte
  • Rischi: La ponderazione del rischio delle obbligazioni può variare anche in relazione ai requisiti di adeguatezza patrimoniale delle banche. Le attività ponderate per il rischio di una banca sono i suoi prestiti e le altre attività, ponderate per riflettere il rischio di perdita della banca

Vantaggi degli strumenti di debito

Le diverse attività di debito offrono diversi vantaggi agli investitori. È importante capirlo prima di investire in uno strumento di debito. Le obbligazioni, ad esempio, sono meno rischiose delle azioni, pur offrendo un rendimento costante. Le carte di credito e altre forme di debito al consumo aiutano a costruire il suo punteggio di credito, che apre le porte a migliori opportunità finanziarie, come i mutui a tasso ridotto.

Per un’azienda, la redditività può aumentare se utilizza strumenti di debito per investire in modo appropriato il capitale preso in prestito. Si tratta della cosiddetta leva finanziaria, in cui le aziende prendono in prestito denaro dai creditori per aumentare il patrimonio degli azionisti. Se i rendimenti degli investimenti del debitore superano i pagamenti degli interessi, sarà in grado di trarre profitto dal prestito di denaro. Di conseguenza, gli interessi del prestito possono essere dedotti dal reddito imponibile.

Svantaggi degli strumenti di debito

L’investimento in titoli di debito presenta degli svantaggi sia per l’investitore che per l’azienda. Per l’investitore, lo svantaggio risiede nelle attività di debito stesse. Ad esempio, i certificati di deposito offrono la massima protezione per il suo denaro. Tuttavia, i loro tassi di interesse sono incredibilmente bassi, il che non compensa nemmeno l’inflazione. Gli svantaggi delle obbligazioni dipendono dai loro emittenti. Le obbligazioni societarie possono essere rischiose se la solvibilità della società è bassa, anche se il tasso di interesse offerto è più alto. Allo stesso modo, la stabilità dei titoli di Stato dipende dalla situazione economica e dalla domanda. Una cattiva economia porterà a un calo della domanda, del prezzo e dell’interesse delle obbligazioni.

Una struttura di investimento alternativa basata sul debito è ancora relativamente nuova. Pertanto, le persone sono preoccupate. I rischi sono per lo più aggirati in caso di inadempienza dei debitori. Per evitare le inadempienze, le aziende stanno diventando più selettive nei confronti dei loro debitori, per ridurre al minimo il rischio per gli investitori. L’efficacia di queste misure si vedrà solo a tempo debito.

L’aumento del rischio di liquidità e di solvibilità che deriva dal finanziamento del debito è una delle principali preoccupazioni delle aziende. I pagamenti degli interessi sono considerati una passività corrente, il che significa che esauriranno le riserve di cassa di un’azienda entro un anno. I finanziatori possono anche richiedere garanzie aggiuntive e personali quando prestano denaro alle piccole imprese.

Quali sono gli strumenti finanziari basati sul debito?

Gli strumenti finanziari basati sul debito più rilevanti per un investitore sono quelli che portano un reddito fisso, anche se alcuni forniscono un reddito variabile. Alcuni dei ben noti esempi di strumenti finanziari basati sul debito sono:

  • Obbligazioni
  • Certificati di deposito
  • Strumenti alternativi strutturati basati sul debito

Esempi di strumenti di debito

Obbligazioni

Le obbligazioni sono un esempio comune di strumento di debito. L’emittente può essere una società o uno stato, o anche un’unione di stati (nel caso dell’Eurobond, ad esempio). Tutti gli emittenti emettono obbligazioni per raccogliere denaro dagli investitori per finanziare i loro progetti. In cambio, pagano all’investitore un tasso fisso (cedola). Al termine del periodo di validità, gli emittenti devono restituire il capitale con gli interessi. In caso contrario, l’investitore avrà un credito sulle loro attività.

Non tutte le obbligazioni pagano un tasso fisso, però. Alcune pagano un tasso variabile, mentre altre non pagano affatto. Queste sono conosciute come obbligazioni zero-coupon, che sono generalmente acquistate ad un tasso scontato.

Le obbligazioni societarie pagano un tasso d’interesse più alto delle obbligazioni statali a causa dei loro rischi più elevati rispetto a queste ultime. Tuttavia, la maggior parte delle obbligazioni statali non sono tassate, mentre le obbligazioni societarie lo sono. Le obbligazioni societarie hanno un rischio maggiore perché non sono supportate dal governo.

Ci sono alcuni fattori che influenzano il prezzo di mercato e il tasso d’interesse delle obbligazioni. Come tale, il prezzo di mercato delle obbligazioni fluttua e si muove nella direzione opposta dei tassi d’interesse. Quindi, se i tassi d’interesse sono alti, il prezzo di mercato sarà più basso. Poiché le obbligazioni pagano un tasso fisso, è un investimento interessante per molti, aumenta la domanda e, di conseguenza, il prezzo delle obbligazioni. Allo stesso modo, se gli interessi aumentano, gli investitori non investiranno in obbligazioni a tasso fisso e alla fine il prezzo delle obbligazioni scenderà. Una correlazione complicata, ma pur sempre una correlazione. I loro prezzi sono anche influenzati dalla solvibilità dell’emittente (solidità finanziaria). Più bassa è la solvibilità, più rischiose sono le obbligazioni, facendo promettere all’emittente ricompense più alte. Più alta è la solvibilità, più basso è il tasso cedolare offerto.

Aggiungere obbligazioni al suo portafoglio è la scelta giusta se vuole un reddito prevedibile e stabile senza correre troppi rischi.

Certificati di deposito

I certificati di deposito sono solo conti di risparmio in banche o istituti di credito. Di solito hanno un interesse più alto dei normali conti di risparmio perché i risparmi hanno una liquidità limitata e si suppone che non siano accessibili per un certo periodo di tempo. Se si preleva in anticipo, si perdono gli interessi.

Anche se può non sembrare un investimento a causa della sua natura di risparmio, è comunque una specie di investimento. Questo è perché lei sta prestando il suo denaro all’istituzione in cambio di un interesse. E mentre l’interesse può non essere più alto di altri investimenti tradizionali, il reddito non è di solito l’obiettivo principale dietro un deposito. La protezione massima che le banche o gli istituti di credito offrono va da 20.000 a 100.000 euro per depositante, a seconda dell’istituto e del paese.

Strumenti alternativi strutturati basati sul debito

Le obbligazioni sono uno strumento di debito tradizionale in cui l’emittente raccoglie denaro per finanziare le proprie operazioni. Viceversa, gli strumenti alternativi basati sul debito raccolgono il capitale degli investitori per finanziare i progetti commerciali di altri. Gli esempi includono:

  • Crowdfunding
  • Prestito tra privati (peer to peer)
  • Fondi di investimento basati sul finanziamento del debito

Gli interessi sono per lo più variabili, ma hanno una qualche forma di reddito di base fisso. A causa del loro modo innovativo di finanziamento, possono permettere agli investitori di scegliere la durata del prestito, i progetti di prestito e persino il loro obiettivo annuale. Possono offrire o meno un’alta liquidità. Offrono ulteriori incentivi monetari per incoraggiare i nuovi investitori e le persone che non hanno mai investito prima, come bonus, bassi requisiti di capitale, possibilità di effettuare prove, ecc.

Più alto è il rischio, più alto è il rendimento. Ciò dipende anche dal metodo di raccolta del capitale e dai titoli che le aziende offrono. Ad esempio, il debito crowdfunding sostenuto da un finanziamento basato sul leasing/factoring comporta un basso rischio.

Quali sono i rischi degli strumenti di debito?

Gli strumenti di debito non sono rischiosi come le azioni, ma non sono nemmeno completamente privi di rischi. Qui di seguito elenchiamo alcuni dei rischi degli strumenti di debito:

  • Rischio di inadempienza: Il rischio di inadempienza si verifica quando una società non è in grado di effettuare sia il pagamento alla scadenza che quello della cedola. I titoli sovrani, invece, non comportano alcun rischio. Più basso è il rischio di inadempienza del suo investimento, più alta è la valutazione dello strumento che ha acquistato. Quando si tratta di proteggersi dal rischio di insolvenza, uno strumento di debito con una valutazione AAA è superiore a uno strumento di debito con una valutazione AA. Bisogna tenere presente che la solvibilità di una società si basa sulla sua solidità finanziaria passata e presente. Questo documento non fornisce alcuna indicazione sui rendimenti futuri o una garanzia contro le inadempienze future
  • Rischio di tasso d’interesse: La volatilità dei tassi di interesse influisce sugli strumenti di debito. I tassi di interesse e i prezzi delle obbligazioni hanno una relazione inversa. I prezzi delle obbligazioni diminuiscono quando i tassi di interesse aumentano e viceversa. Solo gli strumenti con un prezzo di mercato attuale sono soggetti a questo livello di volatilità. Un aumento dei tassi di interesse non ha alcun effetto sui suoi rendimenti se conserva un’obbligazione fino alla sua scadenza. Le variazioni dei tassi di interesse possono influire sui suoi rendimenti solo se vende l’obbligazione prima della sua scadenza. I rendimenti dei depositi fissi non sono influenzati dal rischio di tasso d’interesse perché non sono legati al mercato
  • Rischio di inflazione: L’inflazione ha reso gli strumenti di debito soggetti all’inflazione. Più lunga sarà la durata dell’obbligazione, maggiore sarà la probabilità che l’inflazione influisca sul suo tasso di rendimento reale
  • Rischio di rimborso anticipato: Si riferisce al diritto dell’emittente di riacquistare le obbligazioni che ha emesso per gli investitori prima della scadenza dell’obbligazione. Si tratta dell’opposto di un’opzione put, che offre all’investitore la possibilità di riscuotere anticipatamente, se lo desidera. Esiste un periodo di tempo predeterminato dopo il quale le opzioni call o le opzioni put diventano attive, come stabilito nel documento d’offerta. È comune che i prezzi delle obbligazioni aumentino quando si prevede che i tassi di interesse scenderanno in futuro. Gli investitori riavranno il loro denaro e la società potrà emettere un’altra obbligazione a un tasso di interesse ridotto dopo aver esercitato l’opzione call. In questo caso, viene rimborsato il deposito iniziale. Tuttavia, non tutte le obbligazioni hanno l’opzione call

In breve

Lo scopo degli strumenti di debito è quello di raccogliere capitale in cambio di un reddito costante fornito al creditore. Il creditore può essere un Paese o un’azienda che contrae prestiti per finanziare progetti. I loro tassi di interesse possono essere fissi o variabili e questi strumenti possono essere garantiti o meno da garanzie. Alcuni strumenti di debito possono anche essere convertiti in azioni. Inoltre, alcuni di essi, come le obbligazioni municipali, godono di esenzioni fiscali. Sia i debitori che i creditori possono trarre vantaggio dagli strumenti di debito. Il creditore riceve un reddito per il prestito di denaro, mentre il debitore può finanziare il proprio progetto. Sul versante opposto, gli strumenti di debito presentano rischi di insolvenza, ossia il creditore potrebbe non rispettare i pagamenti. Gli strumenti di debito sono anche soggetti all’inflazione, che non può essere compensata dal tasso di crescita dell’attività di debito. Gli esempi più comuni di strumenti di debito sono le obbligazioni, i certificati di deposito e gli investimenti alternativi.

Gli strumenti di debito sono uno strumento vantaggioso per le società, lo stato e l’investitore. Gli emittenti lo usano per raccogliere capitale e gli investitori investono per guadagnare un reddito fisso. Offrono flessibilità sia al debitore che al creditore per quanto riguarda la loro struttura e il loro utilizzo.

Ultimo aggiornamento:

Altri articoli

Dichiarazione di non responsabilità: Alcuni testi su questo sito web sono puramente per le comunicazioni di marketing. Nulla di quanto pubblicato da Quanloop costituisce una raccomandazione di investimento, né si deve fare affidamento sui dati o i contenuti pubblicati da Quanloop per qualsiasi attività di investimento. Quanloop raccomanda vivamente di effettuare la propria ricerca indipendente e/o di parlare con un professionista qualificato dell’investimento prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria.